San Giorgio martire: 23 aprile


San Giorgio martire

Cappadocia sec. III – † Lydda (Palestina), 303

Giorgio, il cui sepolcro è a Lidda (Lod) presso Tel Aviv in Israele, fu onorato,  fin dal IV secolo, come martire di Cristo in ogni parte della Chiesa. La tradizione popolare lo raffigura come il cavaliere che affronta il drago, simbolo della fede intrepida che trionfa sulla forza del maligno. La sua memoria è celebrata il 23 aprile anche nei riti siro e bizantino

San Giorgio impersona, nella tradizione della Chiesa d’oriente, la lotta contro il male e la testimonianza della vittoria: è la sua apertura alla luce divina(lo sguardo rivolto alla mano di Dio) a infondergli la forza invincibile e l’incrollabile certezza nel successo finale pur nell’esiguità dei  suoi mezzi(lancia sottile).

Nell’arte delle icone, che utilizza immagini simboliche, San Giorgio non è rappresentato come un grande martire che subisce la passione a imitazione di Cristo, ma come vincitore di un drago mostruoso, quasi a riecheggiare la vittoria del Salvatore sulla morte e della forza  da Lui infusa nei suoi testimoni.

“Hai combattuto per il re dei secoli, o saggio,

hai debellato le milizie dei perversi, o beatissimo

Giorgio; ti sei mostrato martire intrepido

e per la grazia del Signore sei taumaturgo:

per questo ti preghiamo, salvaci.”

 

 

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...