Pubblicato in: santi

Beata Antonia Maria Verna:12 giugno

ICONE SACRE MIRABILE

Beata Antonia Maria Verna (www.mirabileydio.it)

Con la beatificazione presieduta domenica 2 ottobre 2011 dal cardinale Bertone, un’altra splendida figura di donna si è aggiunta alla serie dei santi sociali piemontesi: Antonia Maria Verna, fondatrice delle Suore di Carità dell’Immacolata Concezione (Suore di Ivrea).La fondatrice delle Suore della Carità dell’Immacolata Concezione di Ivrea, nacque a Pasquaro una frazione di Rivarolo Canavese (TO) il 12 giugno 1773. 
Precocemente sentì la chiamata alla vita religiosa, già a 15 anni lasciò la famiglia andandosi ad appartare in un luogo non meglio identificato, dopo un anno nel 1789, ritornò alla casa paterna, dando inizio al suo apostolato tra i fanciulli della frazione, che proseguì fino al 1796-97, quando si trasferì definitivamente a Rivarolo Canavese dando seguito alla sua attività di apostolato.
In seguito frequentò la ‘Scuola del Gesù’ (Istituto Rigoletti) in San Giorgio Canavese, trovandosi così contemporaneamente come maestra in un posto e studente in…

View original post 232 altre parole

Annunci
Pubblicato in: santi

San Servazio vescovo:13 maggio

ICONE SACRE MIRABILE

www.mirabileydio.it

http://www.mirabileydio.it/SITOULTIMO2/pagine/Servazio-%20Willibrord-%20Bonifacio%202008.htm

San Servazio Vescovo
13 maggio

San Servazio, probabilmente di origine armena, passò alla
storia quale una dei più costanti sostenitori di Sant’Atanasio
durante la lunga controversia per l’ortodossia nicena. Nei
concili di Sardica e Rimini, tenutisi rispettivamente nel 343
e nel 359, sostenne infatti con grande coraggio la causa
dell’ortodossia. Venne tuttavia poi ingannato e firmò
un’ambigua formula che fece sostenere a Girolamo che tutto il
mondo fosse “divenuto ariano”. In seguito, il celebre
Sant’Ilario di Poitiers poté chiarire a Servazio il reale
significato di tale formula e questi non esitò a
disconoscerla.
Eletto vescovo di Tongres, in Belgio, non si conosce però la
data della sua consacrazione, che precedette comunque quasi
certamente la sua attiva partecipazione ai concili suddetti.
Negli ultimi tempi della sua vita intraprese, secondo quanto
riferisce San Gregorio di Tours, un pellegrinaggio a carattere
penitenziale da Tongres sino a Roma in relazione ad una

View original post 169 altre parole

Pubblicato in: arcangeli, feste, santi

Ascensione del Signore Gesù Cristo

Ascensione
Ascensione del Signore
L’icona dell’Ascensione del Signore e anche icona della Chiesa e della seconda venuta di Cristo.

“Vedranno il Figlio dell’uomo venire su una nube con potenza grande. Levate il capo perché la vostra liberazione è vicina”
(Lc 21,27-28)

Nell’icona si distinguono due parti: quella superiore con Cristo assiso in trono benedicente nella sua gloria, sostenuto da due angeli; quella inferiore con la Madre di Dio orante tra gli apostoli e due angeli in bianche vesti. Dall’Ascensione fino al suo ritorno il Signore presiede la sua Chiesa rappresentata dagli apostoli e presiede la preghiera della Chiesa. La posizione dei due angeli descrive la figura di un calice, come il tavolo-altare della Trinita di Ruble v che contiene l’Agnello di Dio, qui invece c’e Maria Madre della Chiesa e legame tra cielo e terra. La natura partecipa nell’esultanza alla salita in cielo del suo Creatore; l’umanita rappresentata dagli Apostoli trova il proprio centro in Maria colonna e fondamento della Chiesa, che dal suolo roccioso porta frutti in cielo. Alla destra e alla sinistra della Madre di Dio, sono Pietro e Paolo i principi degli apostoli.

“Avendo portato a termine il piano di salvezza in nostro favore e unito la terra al cielo, sei salito nella gloria, o Cristo Dio, senza separarti da noi ma rimanendo a noi sempre unito e dicendo a quanti ti amano: Io sono con voi ”.

(Romano il Melode)

Pubblicato in: santi

San Vittore martire: 8 maggio

ICONE SACRE MIRABILE

www.mirabileydio.it

SAN VITTORE MARTIRE

San Vittore,oriundo della Mauritania,si arruolò nelle milizie romane e prestò servizio a Milano.

Cristiano fin dalla giovinezza,come i compagni Nabore e Felice,abbandonò la vita militare ,per non esporsi temerariamente al martirio ,nel 303,durante la persecuzione di Massimiano.

Nonostante ciò fu arrestato e torturato,ma,forte della Parola di Dio :”Tutti gli dei delle nazioni sono demoni:è il nostro Dio che ha creato il Cielo”,non tradì la sua fede.

La risposta alle minacce di morte di Massimiano gli venne dalle Sacre Scritture : “Restino delusi tutti quelli che adorano gli idoli e che si gloriano delle loro immagini.”

Fu condannato alla pena capitale,eseguita a Lodi.Le spoglie furono riportate trionfalmente a Milano.

San Vittore è rappresentato come guerriero,ma le sue armi non sono più strumenti di morte,ma di vita. “Noi,invece,che siamo del giorno,dobbiamo essere sobri,rivestiti con la corazza della Fede e della Carità”. ( Ts 5,8 ).

La Parola di…

View original post 170 altre parole

Pubblicato in: santi

Mercoledì di Mezzapentecoste -Gesù tra i dottori nel Tempio: Icona della festa di Mesopentecoste

ICONE SACRE MIRABILE

Icona di Mesopentecoste. Per mano di Cristina Capella Icona di Mesopentecoste.
Per mano di Cristina Capella .www.mirabileydio.it

Nella Chiesa ortodossa  il mercoledì della IV settimana di Pasqua

viene detto mercoledì di mesopentikostis  perché segna la metà del pentakostarion, il periodo che dalla Pasqua giunge alla Pentecoste.

Gli inni ricordano tale collocazione mentre il tema della festa è  quello di Gesù Maestro.

Il senso di questa ricorrenza si trova nella innologia dei vespri odierni, che al primo dei tre prosòmia recita: «Eccoci giunti alla metà dei giorni che iniziano con la salvifica risurrezione e ricevono il loro sigillo con la divina pentecoste. Questo giorno risplende dei fulgori che riceve da entrambe, congiunge le due feste ed è venerabile perché annuncia la gloria del Signore».

L’icona della festa  mostra il Fanciullo dodicenne che, dopo essere salito con i genitori a Gerusalemme, vi si trattiene nel tempio a discutere con i dottori della Legge.

Gesù è posto al centro dell’icona, assiso…

View original post 67 altre parole

Pubblicato in: santi

Santa Francesca Cabrini: 22 dicembre

ICONE SACRE MIRABILE

www.mirabileydio.it

Santa Francesca Saverio Cabrini Vergine
22 dicembre
S. Angelo Lodigiano, 1850 – Chicago, 1917
Una fragile quanto straordinaria maestrina di Sant’Angelo Lodigiano. In questo ritratto si colloca la figura di Francesca Saverio Cabrini. Nata nella cittadina lombarda nel 1850 e morta negli Stati Uniti in terra di missione, a Chicago. Orfana di padre e di madre, Francesca avrebbe voluto chiudersi in convento, ma non fu accettata a causa della sua malferma salute. Prese allora l’incarico di accudire a un orfanotrofio, affidatole dal parroco di Codogno. La giovane, da poco diplomata maestra, fece molto di più: invogliò alcune compagne a unirsi a lei, costituendo il primo nucleo delle Suore missionarie del Sacro Cuore, poste sotto la protezione di un intrepido missionario, san Francesco Saverio, di cui ella stessa, pronunciando i voti religiosi, assunse il nome. Portò il suo carisma missionario negli Stati Uniti, tra gli italiani che vi avevano cercato…

View original post 30 altre parole