Santa Monica:27 agosto

Santa Monica

Santa Monica (2015)
Santa Monica (2015)

Madre di Sant’Agostino

27 agosto

Tagaste, attuale Song-Ahras, Algeria, 331 – Ostia, Roma, 27 agosto 387
Nacque a Tagaste, antica città della Numidia, nel 331. Da giovane studiò e meditò la Sacra Scrittura. Madre di Agostino d’Ippona, fu determinante nei confronti del figlio per la sua conversione al cristianesimo. A 39 anni rimase vedova e si dovette occupare di tutta la famiglia. Nella notte di Pasqua del 387 poté vedere Agostino, nel frattempo trasferitosi a Milano, battezzato insieme a tutti i familiari, ormai cristiano convinto profondamente. Poi Agostino decise di trasferirsi in Africa e dedicarsi alla vita monastica. Nelle «Confessioni» Agostino narra dei colloqui spirituali con sua madre, che si svolgevano nella quiete della casa di Ostia, tappa intermedia verso la destinazione africana, ricevendone conforto ed edificazione; ormai più che madre ella era la sorgente del suo cristianesimo. Monica morì, a seguito di febbri molto alte (forse per malaria), a 56 anni, il 27 agosto del 387. Ai figli disse di seppellire il suo corpo dove volevano, senza darsi pena, ma di ricordarsi di lei, dovunque si trovassero, all’altare del Signore. (Avvenire)

Annunci

Sant’Ambrogio :7 Dicembre

Icona S.Ambrogio

SANT’AMBROGIO DI MILANO

La coscienza cristiana vede nei Santi degli esempi della potenza di Dio che si manifesta nell’uomo,trasfigurandolo;

il SANTO è dunque un segno della luce taborica che trasforma l’uomo a somiglianza di Dio,e la venerazione che il popolo cristiano tradizionalmente attribuisce ai Santi indica la venerazione della gloria di Dio.

L’icona del Santo non vuole rappresentare semplicemente un attimo della sua vita,ma sintetizzare la sua esperienza di ascesi e di fede,le caratteristiche del suo cammino storico di santità.Per questo ogni Santo è ritratto nelle icone con gli elementi essenziali che lo contraddistinguono e che hanno modellato la sua spiritualità.

In questa icona il Santo è perciò rappresentato nella sua dignità episcopale con l’omophorion ( paramento sacro proprio dei Vescovi ) e con il volto ascetico solcato di rughe scavate dai digiuni,dalle penitenze e dalle preghiere.

Sant’Ambrogio gode di una grande venerazione in Russia dove la Chiesa Ortodossa ne celebra la memoria il 7 dicembre e il 4 aprile.

Nella liturgia bizantina l’Exapostilario ,cantato prima delle Lodi della festa,così lo esalta:”Difensore dell’ortodossia,fondamento della Chiesa,colonna dell’episcopato e saggio pastore,o Ambrogio,tu hai condotto le pecore del tuo ovile verso i pascoli della Fede,allontanando come fiere selvatiche le orde delle eresie;o tu,rivelatore della divinità nella consustanziale Trinità.”

Tu mi hai portato la legge:

non Mosè e non i Profeti

Tu personalmente,o Gesù,

mi hai dato la legge,e cioè il Vangelo;

non ho deviato

perchè Ti ho visto e ho conosciuto Te;

seguendo Te e la Tua strada

ho imparato la via giusta.

( S.Ambrogio )

www.mirabileydio.it

Crea un sito o un blog gratuitamente presso WordPress.com.

Su ↑

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: